Home » Activity » Activity 2010 » Scambio culturale con i ragazzi della Croazia.

Scambio culturale con i ragazzi della Croazia.

Scambio culturale con i ragazzi della Croazia. - Associazione Culturale Insieme
Nell’ambito del convegno “I Giovani di San Giuliano incontrano il Vescovo”, che si è tenuto il giorno 7 maggio, il paese ha accolto con tanto calore i ragazzi della Croazia ospitati dal 7 al 12 Maggio dalle famiglie per uno scambio culturale con i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado di San Giuliano del Sannio.
E’ questo un progetto promosso dall’Associazione Culturale “Insieme” e sostenuto dall’Euroregione Adriatica che si pone l’obiettivo di creare una opportunità per uno scambio interculturale; un momento di incontro tra ragazzi di realtà territoriali diverse di paesi dell’ Euroregione Adriatica, quindi, una esperienza di vita all’ estero, che, attraverso la condivisione del vissuto quotidiano, permette di conoscere realmente una differente realtà culturale e sociale.
Il progetto si pone la finalità di stimolare la comprensione di una diversa lingua straniera e far comprendere, nel contempo, l’importanza della conoscenza di una seconda lingua. Tale esperienza permette, inoltre, di tornare nella propria realtà territoriale con una maggiore consapevolezza delle opportunità che altri territori offrono.
Sedici ragazzi di San Giuliano e le loro famiglie saranno ospitati   dalla scuola croata frequentata dai ragazzi venuti nel nostro paese – Primorje school -  dal 10 al 15 giugno. 
L’arcivescovo Mons. Bregantini, intervenuto al convegno,  positivamente meravigliato del contesto sangiulianese, per le tante iniziative intraprese dalle associazioni locali,   ha ribadito quanto sia importante per i giovani trovare interesse nello sport, nelle attività culturali, artistiche e sociali affinchè l’apatia, il disinteresse e la noia non diventino “vuoto”.
Questo l’invito dell’ arcivescovo rivolto ai giovani:
“Non rassegnatevi mai a quello che avete raggiunto, combattete sempre per qualcosa di più grande”.