Home » Activity » Activity 2011 » Stazione sismologica

Stazione sismologica

Stazione sismologica - Associazione Culturale Insieme

Domenica 21 agosto   cerimonia di intitolazione  della stazione sismologica presso il palazzo marchesale di S.Giuliano Del Sannio  ad  uno dei maggiori studiosi di vulcanologia e di fenomeni sismici del settecento , “ASCANIO FILOMARINO DUCA DELLA TORRE”.

L’evento voluto dall’amministrazione  comunale  in collaborazione con  la protezione civile e l’associazione culturale Insieme, si e’ svolto presso  il centro Agora’  ed a seguire,  presso il palazzo marchesale  con la visita alla stazione di rilevamento sismico. 

Biografia di  ASCANIO FILOMARINO DUCA DELLA TORRE.

Ascanio Filomarino, 2°Principe di Boiano, 6°.Duca delle Torre di Teverolaccio, , patrizio napoletano,  nacque nel 1751 da Pasquale e da Maria Maddalena Rospigliosi,. Principe di Boiano dal 1779 fu iniziato agli studi di scienze naturali dal padre Pasquale e dal naturalista e vulcanologo  Giovanni Maria della Torre . Condusse vari studi sull'elettricismo, sia producendo artificialmente scariche elettriche con enormi condensatori, sia utilizzando elettrometri che costruiva sul modello della bilancia di torsione di Coulomb alimentando il dibattito sulla "teoria dell'elettricismo" con la quale si tentava di spiegare fenomeni naturali quali i terremoti e le  eruzioni vulcaniche.

Fu matematico e vulcanologo e nel corso della sua carriera scientifica si dedico in particolare alla ricerca delle relazioni tra i moti dei pendoli e i movimenti sismici apportando notevoli perfezionamenti ai congegni a pendolo dell’epoca .

Mettendo in pratica le sue conoscenze già in occasione del terremoto avvenuto in Calabria nel 1783, inventò uno strumento denominato  sismografo a pendolo verticale, capace di dare con esattezza l’istante iniziale del fenomeno sismico e lasciare una traccia grafica. Il congegno fu  successivamente utilizzato per le registrazioni dei fenomeni tellurici seguenti al grande incendio vesuviano del 1794 che distrugge Torre del Greco e al terremoto molisano di sant’Anna avvenuto alle ore  “due della notte” del giorno 26 luglio 1805.

 Il procedimento scientifico da lui inventato permetteva con l'aiuto di un elettrometro atmosferico, "se non presagire chiaramente qualche nuova eruzione almeno congetturarla.” Per tale intuizione Ascanio Filomarino è universalmente riconosciuto come il Padre della sorveglianza geofisica del  regno delle due sicilie

Nel 1797 crea il Gabinetto Sismologico Vesuviano iniziando per primo la sorveglianza geofisica del Vesuvio che fu  successivamente istituzionalizzata  nel 1841, con la fondazione dell'Osservatorio Vesuviano.

Esponente dell’ambiente culturale dell'Illuminismo napoletano fu tra  le prime vittime della reazione popolare contro la repubblica napoletana .

Ascanio e suo fratello Clemente ,poeta letterato, morirono martirizzati dai lazzari davanti alla chiesa di santa Maria di Porto Salvo nel quartiere napoletano  da loro stessi amministrato, quello del seggio di capuana.  La famiglia subì con lo spoglio del palazzo il saccheggio dell’intera quadreria del prozio cardinale Ascanio Filomarino, contenente opere del Caracci, Tiziano, Giorgione, Correggio, e Guido Reni, del  laboratorio meccanico e chimico e delle intere collezioni di libri di scienze arti e manifatture insieme alle  collezioni mineralogiche vesuviane

Partendo dall’assunto di  Benedetto Croce che “ la sola tradizione politica di cui l’Italia meridionale possa trarre vanto  è quella che mette capo agli uomini della repubblica napoletana del 99 che valse a creare nell’italia meridionale l’educazione dell’esempio e il bisogno di un movimento rivoluzionario fondato sull’unione delle classi” preparate e economicamente operose di tutte le parti d'Italia, la cerimonia di intitolazione  ha voluto rendere, nell’anno delle celebrazioni dei  150° dell’Unità d’Italia, un dovuto omaggio anche alla memoria dei martiri del 99 napoletano.